Le transazioni crittografiche in Africa sono in crescita: la ricerca

Chainalysis è una delle principali società di ricerca sulla crittografia monetaria che tiene d’occhio le transazioni crittografiche globali e le transazioni crittografiche in Africa.

La società ha recentemente pubblicato un rapporto che sostiene che con un aumento di oltre il 55% nel mese di giugno la transazione annuale ha raggiunto un totale di 316 milioni di dollari nel mese di giugno. Questo in aggiunta al fatto che le transazioni crittografiche mensili in Africa non superano i 10000 dollari al mese.

Tendenza delle transazioni crittografiche in Africa

Abolaji Odunjo è un commerciante locale di Lagos che recentemente è passato alle transazioni crittografiche in Africa con pagamenti Immediate Edge ai suoi fornitori. Egli spiega che il regno della crittovaluta lo sta aiutando a far crescere la sua attività con la tranquillità di sapere che i suoi pagamenti sono sicuri e veloci senza soluzione di continuità.

Odunjo aggiunge che i suoi fornitori hanno sede fuori dalla Cina e con i pagamenti Bitcoin può ora evitare il lungo e faticoso processo di conversione della sua valuta locale in dollari per i pagamenti, per non parlare delle basse commissioni sulle transazioni di criptovaluta che forniscono un bonus aggiuntivo al piccolo venditore.

Sebbene Bitcoin rimanga il leader del settore, altre valute comunemente utilizzate nelle transazioni crittografiche in Africa includono, BAT, BCH, BNB, BTC, BUSD, CRO, CRPT, DAI, ETH, GNO, GUSD, HT, HUSD, ICN, LEO, LINK, LTC, MCO, MKR, MLN, OMG, PAX, PAXG, TGBP, TUSD, USDC, USDT, WETH, ZIL e ZRX.

Il rapporto Chainalysis spiega che nello scenario post-COVID-19 molte valute nazionali stanno perdendo il loro valore insieme a un picco dei prezzi a causa delle attuali condizioni globali, rendendo quasi impossibile per le piccole e medie imprese qualsiasi risparmio. La situazione non è migliore in paesi e valute un po‘ più forti come il Sudafrica, dove il Rand (ZAR) sta affrontando la stessa situazione con una fluttuazione fino al 55% ad un certo punto.

La maggior parte delle transazioni in valuta criptata provenienti dall’Africa sono di piccolo importo, tuttavia è stata osservata una rete di transazioni collettive di circa 10000 dollari. La regione non ha ancora visto grandi cambiamenti per superare gli ostacoli economici, ma questo è sicuramente un buon passo verso l’adattamento della crittovaluta.